4

Creating CSS Menus Css3Menu.com


ScoiattoloGrigio.org
Attivismo

Marzo 2017

E' stato realizzato un nuovo volantino per gli attivisti perugini, da distribuire nella zona di Pian di Massiano, dove sono in corso le uccisioni.  Il volantino puo' essere scaricato cliccando sull'icona riportata a sinistra.
 
Il volantino fornisce consigli per cercare di tenere gli scoiattoli grigi lontani dalle trappole; ne e' stata realizzata anche una versione dalla grafica semplificata, piu' adatta per fotocopie in bianco e nero, che puo' essere scaricata a questo link.
Novembre 2015

E' disponibile un nuovo volantino dedicato specificamente al caso umbro, che si spera possa essere utile agli attivisti locali.  Il volantino puo' essere scaricato cliccando sull'icona riportata a sinistra.  E' anche prevista la stampa di un certo numero di copie in tipografia, che saranno messe a disposizione.
 
Il volantino invita la cittadinanza umbra alla disobbedienza civile e al rifiuto di collaborare alle catture ed uccisioni di scoiattoli, e riporta sinteticamente sul retro le obiezioni alle asserite ragioni a fondamento dello sterminio.
Dicembre 2014

Domenica 21 dicembre dalle 15 alle 19 si terra' un presidio in Piazza Pittaluga a Genova Nervi, all'inizio del viale che conduce alla stazione ferroviaria, per rinnovare la protesta contro l'eradicazione degli scoiattoli grigi dai parchi di Genova Nervi.

Come sempre si invitano attivisti e simpatizzanti che parteciperanno al presidio a mantenere un comportamento corretto e si ricorda che la lotta per i diritti degli animali e' una lotta contro discriminazioni ingiuste nei confronti di esseri senzienti, e quindi non e' compatibile con la tolleranza verso discriminazioni altrettanto ingiuste nei confronti di esseri umani, e pertanto nemmeno con atteggiamenti o simboli che si rifacciano a titolo di esempio ad idee sessiste, fasciste, omofobe, razziste.
Dicembre  2014

E' stato realizzato un altro volantino sul caso degli scoiattoli di Genova Nervi, che critica aspramente l'incapacita' della classe politica locale. Il volantino puo' essere scaricato cliccando sull'icona riportata a sinistra.
Maggio 2014

Mercoledi' 21 maggio, dalle 11 alle 17, si terra' un presidio in Piazza De Ferrari a Genova, di fronte alla Regione Liguria, per contestare l'eradicazione degli scoiattoli grigi dai parchi di Genova Nervi, ormai purtroppo quasi completata, e per informare la cittadinanza sui principali responsabili di tale azione.
Come sempre si invitano attivisti e simpatizzanti che parteciperanno al presidio a mantenere un comportamento corretto, e si ricorda che la lotta per i diritti degli animali e' una lotta contro discriminazioni ingiuste nei confronti di esseri senzienti, e quindi non e' compatibile con la tolleranza verso discriminazioni altrettanto ingiuste nei confronti di esseri umani.
Maggio 2014

In occasione delle elezioni europee 2014 e' stato realizzato un "santino elettorale" che invita esplicitamente a non votare per Renata Briano (PD), candidatasi nella circoscrizione elettorale del Nord Ovest.  Renata Briano e' l'assessore all'ambiente della Regione Liguria, ed e' politicamente responsabile dell'eliminazione totale degli scoiattoli grigi dal parco di Genova Nervi, ormai quasi completata.  Il materiale puo' essere scaricato cliccando sull'icona riportata a sinistra, e consiste in un foglio formato A4 che contiene otto "santini" da ritagliare.
Aprile 2014

E' disponibile un nuovo volantino dedicato espressamente al caso degli scoiattoli del parco di Genova Nervi.  Il volantino puo' essere scaricato cliccando sull'icona riportata a sinistra.
Febbraio 2014

Attivisti in difesa degli scoiattoli grigi saranno presenti (meteo permettendo...) con un tavolo informativo domenica 2 marzo dalle 15.00 alle 18.30 all'ingresso sud ovest dei parchi di  Genova Nervi (ovvero l'ingresso piu' vicino alla stazione ferroviaria).
Febbraio 2014

L'associazione Oltre la Specie ha pubblicato sul suo sito il resoconto audio dell'incontro tenutosi il 17 febbraio e relativo alle prospettive di lotta contro lo sterminio degli scoiattoli grigi (5).
Febbraio 2014

Il sito scoiattologrigio.org organizza altri tre presidi di protesta davanti alla clinica veterinaria incaricata di sterilizzare gli scoiattoli dei parchi di Genova Nervi.  I presidi si terranno quindi all'altezza del civico 4R di Via Borgoratti il pomeriggio di venerdi' 14 febbraio a partire dalle 16, il pomeriggio di mercoledi' 19 febbraio a partire dalle 16, e la mattina di sabato 22 febbraio a partire dalle 9.30, con durata massima prevista di 3 ore.
Per contenuti e modalita' di svolgimento dei presidi si rinvia alla nota pubblicata sotto.
Febbraio 2014

Il sito scoiattologrigio.org organizza due presidi di protesta davanti alla clinica veterinaria incaricata di sterilizzare gli scoiattoli dei parchi di Genova Nervi.  I presidi si terranno quindi all'altezza del civico 4R di Via Borgoratti, il pomeriggio di venerdi' 7 febbraio a partire dalle 16, e la mattina di sabato 8 febbraio a partire dalle 9.30, con durata massima prevista di 3 ore.

L'obiettivo di questi e dei presidi che seguiranno e' quello di convincere lo studio veterinario a rinunciare a svolgere quel servizio, rendendolo consapevole della perdita di immagine e di clientela che inevitabilmente derivera' dalla partecipazione ad un'attivita' ritenuta inaccettabile da moltissime persone sensibili alle istanze animaliste e che si prendono cura di animali per i quali necessitano di servizi veterinari.

Durante il presidio si cerchera' di dialogare con le persone che si recheranno con i loro animali presso lo studio, per informarli della situazione e chiedere loro di valutare la possibilita' per il futuro di rivolgersi altrove per le cure da prestare ai propri animali, almeno fino a quando lo studio non rivedra' la sua posizione.

E' appena il caso di ricordare che il boicottaggio di attivita' economiche ritenute eticamente inaccettabili rientra nelle migliori tradizioni delle lotte nonviolente, cosi' come va ricordato che lo scopo del boicottaggio nonviolento non e' quello di distruggere qualcosa ma di indurre qualcuno ad adottare comportamenti virtuosi, che nel caso in questione sarebbero appunto rappresentati dalla rinuncia alla sterilizzazione degli scoiattoli.

In termini pratici si invitano gli attivisti che parteciperanno ai presidi a mantenere un comportamento rispettoso, e si ricorda altresi' che la lotta per i diritti degli animali e' una lotta contro discriminazioni ingiuste nei confronti di esseri senzienti, e quindi non e' compatibile con la tolleranza verso discriminazioni altrettanto ingiuste nei confronti di esseri umani.
Gennaio 2014

L'incontro organizzato dall'associazione Oltre La Specie per discutere le prospettive di lotta contro lo sterminio degli scoiattoli grigi, inizialmente previsto per lunedi' 20 gennaio, e' stato rinviato al 17 febbraio.
Novembre 2013

L'associazione Essere Animali dedica una pagina del suo sito al caso degli scoiattoli grigi e pubblica una petizione online per cercare di contrastare le uccisioni in corso in Piemonte e Lombardia (4).  Si invitano quindi gli attivisti a firmare la petizione.
Novembre 2013

L'associazione Oltre la Specie ha programmato per lunedi' 20 gennaio 2014 alle 19.30 un incontro con cena presso la Pentola Vegana, Via Lecco 18, Monza, per discutere le prospettive di lotta contro lo sterminio degli scoiattoli grigi con il responsabile della sede LAV di Busto Arsizio (3).
Settembre 2013

E' disponibile un nuovo volantino informativo sulla tematica degli scoiattoli grigi, che puo' essere scaricato cliccando sull'icona riportata a sinistra.
Giugno 2013

La Regione Liguria, tramite la sua Centrale di Acquisto, ha pubblicato il bando di gara per la sterilizzazione chirurgica di tutti gli scoiattoli del Parco di Nervi.  
Il 16 luglio 2013 alle ore 10, presso la Sala Riunioni della Centrale di Acquisto, sita in Via G. D’Annunzio 64, Genova, 2° Piano, in seduta pubblica si procedera' all'apertura delle buste contenenti la documentazione amministrativa per selezionare le ditte ammesse alla fase successiva, di valutazione delle offerte e scelta della ditta aggiudicataria.   Si invitano quindi gli attivisti per i diritti degli animali a presenziare alla riunione per esprimere fermamente il proprio dissenso tanto alle istituzioni quanto alle strutture veterinarie che concorreranno per ottenere lucro economico da un progetto eticamente inaccettabile.
Maggio 2013

Varie associazioni hanno programmato per sabato 11 maggio 2013 a Legnano (MI) un presidio contro lo sterminio degli scoiattoli grigi.  Il punto di ritrovo e' previsto alle 14:30 all’ingresso del Parco Castello di Legnano (ingresso principale: Via del Castello, oltre il tunnel, di fronte ai cancelli d’ingresso).  Si invitano a partecipare gli attivisti che ne hanno la possibilita'.
Marzo 2013

Il Municipio 9 Levante di Genova, opportunamente contattato, ha confermato che il 4 aprile 2013 si terra' una riunione aperta al pubblico in cui l'assessorato regionale e i docenti universitari responsabili del progetto comunicheranno le decisioni prese in tema di eradicazione dello scoiattolo grigio.
 
L'incontro si terrą presso la sala del Consiglio del Municipio Levante in via Pinasco 7 alle ore 17,30.
 
Si invitano gli attivisti per i diritti degli animali a partecipare alla riunione per esprimere il proprio dissenso rispetto alle scelte che a quanto si legge sarebbero gia' state prese, ovvero cattura, sterilizzazione e successivo trasporto degli scoiattoli in altre zone; chi partecipera' ci userebbe una gentilezza scrivendo all'indirizzo info@scoiattologrigio.org per confermare la sua presenza.
 
Si ricorda che il progetto ligure e' parte di un piu' ampio progetto che coinvolge anche Piemonte e Lombardia, e che ha sempre avuto come obiettivo ideale l'eliminazione totale (eradicazione) di tutti gli scoiattoli grigi dal territorio italiano.
 
Il fatto che in Liguria il progetto venga attuato tramite sterilizzazioni e non uccisioni con il gas non deve ingannare, e certamente non dipende da sentimenti di empatia e di rispetto per la vita nutriti dall'Universita' o dalla Regione.  Gia' in uno studio del 2005 infatti l'Universita' di Genova osservava che la desiderata eradicazione non era al momento possibile perche' la presenza degli scoiattoli grigi nei parchi di Nervi aveva assunto un notevole valore sociale, e quindi sostanzialmente era necessario attendere momenti piu' propizi, e in un articolo pubblicato da La Stampa nel maggio 2012 il Professor Balduzzi dichiarava che gli scoiattoli catturati fuori dal parco di Nervi sarebbero stati uccisi.  Quanto alla Regione, basti menzionare che l'attuale assessore all'Ambiente e' la stessa persona che anni fa, ricoprendo analoga carica a livello provinciale, aveva introdotto in Provincia di Genova la caccia ai caprioli, caccia che prevede l'uccisione anche di cuccioli e madri.
 
Si fa inoltre notare che gia' nel 1997 l'Universita' di Torino osservava che la sterilizzazione era da considerarsi impraticabile per vari motivi, e in particolare sarebbe stata prevedibile una mortalita' superiore al 10% collegata ai rischi dell'anestesia, dell'operazione e del periodo postoperatorio.
 
Va altresi' ricordato che le motivazioni addotte per questa caccia allo scoiattolo grigio, oltre che eticamente repellenti, sono anche tecnicamente di assai dubbio fondamento, e in particolare:
 
- e' falso che sia a rischio di estinzione lo scoiattolo rosso, che sarebbe la vittima predestinata dello scoiattolo grigio.  La cosiddetta "Direttiva Habitat" dell'Unione Europea non elenca lo scoiattolo rosso tra le specie a rischio.  L'Unione Internazionale per la Conservazione della Natura classifica lo scoiattolo rosso tra le specie per le quali non vi e' alcuna preoccupazione.  L'Universita' di Bristol in uno studio del 2008 ha affermato nero su bianco che il denaro speso per la conservazione dello scoiattolo rosso e' denaro buttato via proprio perche' lo scoiattolo rosso non corre alcun rischio di estinzione;
 
- il rischio di "multe incredibili" da parte dell'Europa, menzionato dal Professor Marsan in una recente intervista a La Repubblica, e' del tutto infondato.  L'Unione Europea commina sanzioni in caso di infrazioni alle sue direttive, ma a differenza di quanto sostenuto dall'esperto consulente della Regione non e' proprio questo il caso: i richiami all'Italia sono pervenuti dal Comitato Permanente della Convenzione di Berna, che e' cosa del tutto diversa e non ha alcun potere sanzionatorio;
 
- lo stesso esperto in una precedente videointervista a La Repubblica aveva affermato che gli scoiattoli grigi sterminano quelli rossi perche' "portano una malattia", omettendo pero' di precisare che quella malattia in Italia non e' mai stata riscontrata ne' negli scoiattoli rossi ne' in quelli grigi, che sono sul nostro territorio ormai da 60 generazioni.

Grottescamente, nella piu' recente intervista a La Repubblica gli esperti dell'Universita' di Genova avrebbero anche dichiarato che gli scoiattoli grigi, tra le altre presunte ragioni, sarebbero "pericolosi" anche perche' non si ibridano con gli scoiattoli rossi.  Se pero' ipoteticamente lo facessero si otterrebbe uno scoiattolo che non sarebbe piu' quello rosso (e nemmeno quello grigio), e quindi di fatto si arriverebbe proprio all'estinzione dello scoiattolo rosso che in teoria l'Universita' dice di voler evitare.
 
Vale la pena di menzionare testualmente il parere condivisibilissimo del vicepresidente della Provincia di Perugia, dove le catture sono state interrotte sia a seguito delle proteste popolari sia per avere correttamente preso in considerazione anche la documentazione contraria alle catture e non solo quella favorevole presentata dagli stessi enti che poi ottengono benefici economici dalle catture: "Su questi progetti ci si costruisce il lavoro delle persone, ci sono gli interessi, e questi poi chiaramente vanno a discapito degli animali perche' comunque non sono considerati, sappiamo benissimo come vengono considerati, a volte anche dalla stessa universita'."
Febbraio 2013

L'ordinanza di gennaio 2013 del TAR Piemonte che ha rigettato il ricorso di LAC e Animalisti Italiani e ha quindi convalidato il piano di gestione (o meglio di uccisione) degli scoiattoli grigi e' probabilmente da considerarsi l'ultimo passo intermedio al quale seguiranno in tempi brevi le effettive catture e uccisioni degli scoiattoli, una volta raggiunti i necessari accordi operativi con parchi e Provincie. In coincidenza temporale probabilmente non casuale anche la Regione Liguria ha rilanciato il piano di catture, sterilizzazioni e deportazioni, come si puo' leggere nella sezione News del sito.

Nell'invitare gli attivisti per i diritti degli animali ad esprimere civilmente le proprie rimostranze presso gli enti coinvolti, e in copia ai giornali nazionali e locali, si ritiene utile fornire alcune informazioni di pubblico dominio sulle attivita' previste, in modo da poter svolgere opera di sensibilizzazione ed eventuali proteste autorizzate nelle zone maggiormente interessate.

In Liguria, secondo quanto riportato da La Stampa (1), verranno posizionate 60 gabbie trappola all'interno del parco di Nervi.  Le gabbie, rifornite di noci, noccioline, semi di girasole e burro di arachidi, saranno dotate di rilevatore radio e verranno posizionate all'alba per essere poi ritirate "nel minor tempo possibile".

In Piemonte, stando a quanto previsto dalla delibera 51-4630 del 24/09/12 (2), le operazioni riguarderanno le provincie di Torino, Novara e Cuneo.  Da notare che il progetto di gestione (ovvero di uccisione) dello scoiattolo grigio, allegato alla delibera, conferma quanto fin qui affermato da questo sito, ossia che il virus di cui gli scoiattoli grigi sarebbero portatori non e' mai stato osservato in Italia, e riporta inoltre che lo scoiattolo grigio, a differenza di quello rosso, non e' mai stato avvistato a quote superiori ai 700 metri di altitudine.  Nel documento e' anche presente una piantina che evidenzia come nell'area di Torino siano presenti tanto gli scoiattoli grigi quanto i rossi.

Il documento riporta anche informazioni sulle zone in cui sono state effettuate rilevazioni della popolazione di scoiattoli grigi, in alcuni casi corredate da cartine (parco di Stupinigi, bosco di Caramagna, parco del castello di Racconigi).  E' quindi presumibile che le operazioni di cattura e uccisione si svolgeranno anche (ma non solo) in quei luoghi.

Nel caso piemontese, stando a quanto riportato dal documento, "le trappole saranno controllate due volte al giorno, in tarda mattinata e prima del tramonto, dal momento che gli scoiattoli sono maggiormente attivi durante il mattino, e in questo periodo della giornata la probabilitą di cattura e' massima".  Poi, per gli scoiattoli grigi c'e' solo la camera a gas.
Gennaio 2013

Per gli attivisti che ne facessero richiesta scrivendo all'indirizzo e-mail indicato nella sezione note/contatti e' disponibile gratuitamente un volantino di sensibilizzazione sulla tematica degli scoiattoli grigi.  Per eventuali necessita' urgenti e' possibile scaricarne una versione a bassa risoluzione, che potra' essere stampata in proprio, cliccando sull'icona riportata a sinistra.  Va notato che, come riportato nella sezione News, nel 2012 la Provincia di Perugia ha temporaneamente sospeso (ma non annullato) il provvedimento relativo all'abbattimento degli scoiattoli, per cui si ritiene che il volantino possa tuttora essere utilizzato anche per quella situazione locale.

(1) Articolo su La Stampa
(2) Delibera della Regione Piemonte
(3) Sito di Oltre la Specie - incontro sul caso scoiattoli
(4) Sito di Essere Animali
(5) Resoconto audio dell'incontro tenutosi il 18 gennaio e organizzato da Oltre la Specie (file MP3)

Marzo 2017
Informativa sulla privacy